BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Mediobanca cede 5% Ferrari a fondo governo Abu Dhabi

Mediobanca ha concluso oggi un accordo per la cessione del 5% di Ferrari a Mubadala Development Compan, società di investimento governativa di Abu Dhabi, per 114 milioni di euro



Mediobanca ha concluso oggi un accordo per la cessione del 5% di Ferrari a Mubadala Development Compan, società di investimento governativa di Abu Dhabi, per 114 milioni di euro.

La cifra corrisponde al costo sostenuto da Mediobanca nel 2002 per acquisire la quota, si legge in una nota dell'istituto. Advisor di Mudabala dell'operazione è Goldman Sachs.

Nell'accordo è previsto anche un earn-out a favore di Mediobanca nel caso di collocamento in borsa di Ferrari nei prossimi 24 mesi a un prezzo che assicuri a Mubadala un tasso interno di rendimento (Irr) superiore al 10%.

Mediobanca, si legge nella nota, ha offerto a Commerzbank e a Pop Emilia di partecipare pro-quota alla cessione. Nel caso ciò avvenga, Mediobanca cederà il 3,3% a 75 milioni di euro circa, e ridurrà la propria partecipazione in Ferrari all'11,7% dal 15%, senza tenere in considerazione il prestito convertibile di 171 milioni di euro (7,5% capitale Ferrari), in scadenza a settembre 2007.

L'operazione rientra nel piano di dismissione della partecipazione di Mediobanca in Ferrari.

'L'alleanza strategica con Mudabala... porterà a Ferrari nuove strategie... specialmente in Medio Oriente e Nord Africa', scrive in una nota Ferrari il presidente Luca Cordero di Montezemolo. 'I settori che prenderemo in considerazione andranno da iniziative per testare auto da strada e da competizione, alla creazione di scuole professionali di pilotaggio'.

Mubadala Development Company è una società d'investimento che fa capo al governo di Abu Dhabi, negli Emirati Arabi Uniti, impegnata in settori che vanno dall'energia, alla sanità, all'immobiliare.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



pubblicato il