Criteri che influenzano acquisto prodotti: in crescita ecologia e il rispetto dell'ambiente

Più della metà degli intervistati (il 68 per cento) preferisce comprare prodotti di marche attente alla salvaguardia dell'ambiente.



Più della metà degli intervistati (il 68 per cento) preferisce comprare prodotti di marche attente alla salvaguardia dell'ambiente. Se non fosse che poi, ben il 72 per cento rivela di ritenere l'impegno ecologico delle aziende fittizio e finalizzato solo a strategie di marketing.

Quanto alle potenzilità economiche del mercato "verde", gli oltre cento miliardi previsti si riferiscono alle vendite di 11 diverse categorie di prodotti, ma più della metà del ricavato sarebbe da attribuirsi alle automobili anti-inquinamento, settore che esula dal concetto di hi-tech in senso stretto.

Andando oltre il mero dato numerico, i ricercatori del Maryland hanno provato a descrivere le caratteristiche sociologiche dei tecno-ecologisti, delinenando due sottogruppi ben definiti.
Il primo è costituito dai veri attivisti (una percentuale che si attesta intorno al 10 per cento), relativamente pochi ma ben organizzati e capaci di esercitare una certa influenza.

Il secondo gruppo invece, molto più numeroso, è in qualche modo "alle dipendenze" del primo, nel senso che si fa coinvolgere dagli attivisti, ne segue le tendenze e ne accoglie le istanze sulla tecnologia pulita.
Spesso questi green-tech leader svolgono un ruolo di riferimento e consiglio riguardo le novità del mercato tecnologico. Sono in grado, come gruppo, di orientare almeno in parte il consumo dell'hi-tech, e per questo diventano il bersaglio privilegiato degli esperti di marketing.


Ma chi sono questi attivisti della tecnologia verde? Sono giovani e, sopratutto, grandi utilizzatori di internet. La rete è il luogo in cui costruiscono la loro capacità di influenza grazie agli strumenti tipici del web 2.0. Sui blog esprimono le loro opinioni creando processi di social networking molto forte intorno ai temi dell'eco-tecnologia. Questi nodi di aggregazione delle opinioni potrebbero rappresentare la chiave di volta per il prossimo futuro del mercato hi-tech.

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marcello Tansini Fonte: pubblicato il