Microsoft: Denuncia Contro Presunto Spammer Italiano

Microsoft ha avviato oggi un giudizio civile contro un presunto spammer italiano.



Microsoft ha avviato oggi un giudizio civile contro un presunto spammer italiano.

La societa' statunitense ha depositato presso il Tribunale di Torino un atto di citazione per spamming nei confronti di Walter Rossi.

L'azione civile, si legge in un comunicato, e' stata avviata da Microsoft in seguito a diverse segnalazioni dei propri clienti su alcuni messaggi commerciali indesiderati pervenuti nelle loro caselle di posta elettronica. Ulteriori verifiche hanno successivamente rivelato che era Rossi ad aver inviato i messaggi senza il relativo consenso dei destinatari.

Secondo la legge italiana, l'attivita' di spamming non e' legale: la normativa vieta l'invio di comunicazioni commerciali e promozionali per posta elettronica senza il consenso espresso del destinatario del messaggio.

Rossi, prosegue il comunicato, era gia' stato invitato circa un anno fa a desistere dalle attivita' di spamming e, all'epoca, aveva accettato l'invito sottoscrivendo un impegno con Microsoft.

Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Chiara Compagnucci Fonte: pubblicato il