BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Video Pdl di Berlusconi su Youtube in homepage per pubblicità elettorale e promozione. I commenti.

Ma, quest'oggi, per la prima volta è avvenuto che un partito politico acquistasse uno spazio pubblicitario su Youtube in homepage con un proprio video che è un chiaro manifesto elettorale.



Avevamo già parlato dei video virali di Pd  e Pdl creati dai supporters di Veltroni e Berlusconi e promossi in maniera virale su Youtube e alti siti di condivisione.

Erano video non pubblicitari creati da utenti anche professionisti ma senza scopo di lucro per pura simpatia e promozione del proprio partito o candidato preferito come avviene negli Stati Uniti ed è avvenuto con Hillary Clinton e soprattutto Barack Obama. con il video Yes You Can'.

Ma, quest'oggi, per la prima volta è avvenuto che un partito politico acquistasse uno spazio pubblicitario su Youtube in homepage con un proprio video che è un chiaro manifesto elettorale.

Ed è stato il Pdl di Berlusconi.

Cosa assolutamente lecita: è come comprare banner, dem o pubblicità in tv e alla radio.

Anzi, fa capire come il Pdl finalmente sembra interessarsi un pò di più al Web di quanto ha fatto finora.

Ma avrà fatto bene ? I video, soprattutto quelli politici, non hanno successo proprio perchè virali ?

Non potevano crearne uno 'amatoriale' per creare un effetto viral ? Già adesso lo hanno, comunque, in parte realizzato, ma con tanti commenti negativi all'idea dei sostenitori della parte politica avversa.

Sarebbe successo così anche se il video lo avesse fatto il Pd di veltroni...sicuramente proprio per il meccanismo degli schieramenti e delle parti politiche.

C'è comunque da una parte di essere compiaciuti che Youtube venga visto finalmente come un valido sistema pubblicitario ( e la stessa Internet ), d'altra occorre sottolineare che, probabilmente, i sottili meccanismi della Rete Internet non sono ancora molto chiari anche agli uomini o alle agenzia di marketing dei partiti politici.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il