Comprare prima casa: agevolazioni in Sardegna fino ad un massimo di 90mila. Come fare

In un bollettino ufficiale, la Regione Sardegna dichiara che è pronto un intervento per agevolare l'acquisto della prima casa, fino a 90.000 euro



L’intervento prevede mutui in conto interessi per promuove l’accesso alla proprietà della prima casa di civile abitazione, attraverso la costruzione o il recupero in proprio, l’acquisto e l’acquisto con recupero.

La scadenza è fissata per il 31 dicembre 2008. Il finanziamento sarà erogato sotto forma di mutuo da uno degli Istituti di credito di accreditati (Banco di Sardegna, Banca di Sassari, Banca Intesa, Banca Cis e Banca Unipol). Questo è quanto dichiarato dalla Sardegna, che fissa il tetto massimo degli incentivi a 90.000 Euro.

Beneficiari
Destinatari dei finanziamenti le giovani coppie, ossia quanti abbiano contratto matrimonio non oltre i tre anni antecedenti la domanda di agevolazione presentata alla Regione, ovvero intendano contrarre matrimonio nell’anno successivo alla domanda.

Abbattimento tassi
Negli interventi di acquisto con recupero, la quota di mutuo destinata all’acquisto è ammessa entro il limite del 50 per cento di quella destinata al recupero. Anche le “giovani coppie” godranno di un abbattimento del tasso bancario pari al 50% (e non più del 100%) per 20 semestralità per i mutui ventennali e quindicennali, e per 14 semestralità per i mutui decennali: in questo caso, i percettori devono avere un reddito annuo non superiore ai 35.894 euro.

Contributo
L’importo ammissibile ad agevolazione non può eccedere l’80% della spesa massima ammissibile. Questo limite può essere elevato sino al 100%, purché in presenza di garanzie integrative offerte dal mutuatario secondo le disposizioni impartite dalla Banca d’Italia. In ogni caso, l’importo di mutuo agevolato non deve superare il tetto massimo di 90mila euro.
Il mutuo ha durata decennale, quindicennale o ventennale, e può essere ammortizzato con il pagamento di rate semestrali posticipate costanti (mutui a tasso fisso) o variabili (mutui a tasso variabile).

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
Fonte: pubblicato il