I nuovi parlamentari che entrano ed escono dal Parlamento dopo le elezioni aprile 2008

Pochissimi gruppi politici sono riusciti a superare gli sbarramenti del 4 e dell' 8 percento necessari per essere in Parlamento. Ecco la situazione



Tra i ‘piccoli’ entra in Parlamento solo l’Udc di Casini, con il 5,6%.

Tutti gli altri restano lontanissimi dal quorum (4% alla Camera, 8 al Senato) e rimangono, giocoforza, fuori dal Parlamento modificando a sorpresa lo scenario politico del Bel Paese.

La Sinistra arcobaleno di Bertinotti supera di poco il 3%, la Destra di Santanchè e Storace è sotto il 2,5, i socialisti di Boselli sotto l’1. Tanto che, sia Bertinotti che Boselli, annunciano la loro definitiva uscita di scena.

Di conseguenza è piuttosto nutrito anche l’elenco delle esclusioni eccellenti, nomi e volti noti della politica che non varcheranno, almeno in questa legislatura, la soglia del Parlamento italiano.

Fra i debuttanti, nel Pd, spiccano i nomi dell’ex ministro della Salute Umberto Veronesi e dell’ex responsabile dei giovani di Confindustria Matteo Colaninno (rispettivamente capolista al Senato e alla Camera in Lombardia 1 del partito democratico) passando per la giovane Marianna Madia, capolista alla Camera nel Lazio.
Nel Pdl, spuntano invece Michela Brambilla, l'ex generale della guardia di finanza Roberto Speciale, l’ex presidente della Cdo Raffaello Vignali e l’editore Giuseppe Ciarrapico.

A sinistra, con Bertinotti e Boselli, restano fuori Cesare Salvi, Paolo Cento, Titti Di Salvo, Angelo Bonelli, Franco Giordano, Manuela Palermi, Gavino Angius, Gianni De Michelis ed ex ministri come Alfonso Pecoraro Scanio, Paolo Ferrero e Fabio Mussi.

Scompaiono anche i nomi di Francesco Caruso, Vladimir Luxuria e Franco Grillini.

A destra, mancano all’appello Francesco Storace, Daniela Santanchè, Teodoro Buontempo e resta fuori dal Parlamento anche Ciriaco De Mita, candidato al Senato per l’Udc in Campania.
Non ce la fa nel suo debutto politico il direttore de ‘Il Foglio’ Giuliano Ferrara, così come il presidente dell’Uritaxi, uno dei falchi delle proteste dei tassisti romani, Loreno Bittarelli. Numerose però anche le new entry.

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
Fonte: pubblicato il