BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Papa Benedetto XVI a Ground Zero in preghiera ricordando la tragedia Torri Gemelle del 2001. Video

Papa Bendetto XVI nell'ultimo giorno della sua visita negli Stati Uniti è andato stamattina a pregare a Ground Zero dove vi erano le torri gemelle ricordando il tragico 11 setembre del 2001, le migliaia di morti e le successive guerre e azioni te



Papa Bendetto XVI nell'ultimo giorno della sua visita negli Stati Uniti è andato stamattina a pregare a Ground Zero dove vi erano le torri gemelle ricordando il tragico 11 setembre del 2001, le migliaia di morti e le successive guerre e azioni terroristiche.

L'ultimo pezzo Papa Bendetto XVI, giunto vero le ore 9,30, lo ha percorso a piedi arrivando nella zona più profonda di quello che oggi è un cartiere a cielo aperto.

Ha pregato per le vittime, per i loro famigliari e la conversione dei terroristiin questo modo:

“O Dio di amore, compassione e cura, guarda su di noi, persone di molte fedi e tradizioni differenti, che ci riuniamo oggi in questo luogo, scena di incredibile violenza e dolore”
“Ti chiediamo nella tua bontà di dare luce e pace eterna a tutti coloro che qui morirono, i primi soccorritori: i nostri vigili del fuoco, i poliziotti, gli addetti della protezione civile, il personale dell'autorità portuale, insieme a tutti gli uomini e le donne innocenti vittime di questa tragedia semplicemente perché‚ il loro lavoro o il loro servizio li ha portati qui l’11 settembre del 2001”.
“Ti chiediamo, nella tua compassione, di portare guarigione a coloro che, a causa della loro presenza qui quel giorno, soffrono di ferite o malattie. Guarisci anche il dolore delle famiglie in lutto e di tutti coloro che hanno perso una persona amata in questa tragedia. Dai loro la forza di continuare le loro vite con coraggio e speranza”.
“Ci ricordiamo anche di coloro che sono morti, sono rimasti feriti o hanno perso qualcuno, lo stesso giorno, al Pentagono e a Shanksville, in Pennsylvania. I nostri cuori sono una cosa sola con i loro, mentre la nostra preghiera abbraccia il loro dolore e la loro sofferenza”.
“Dio della pace, porta la tua pace nel nostro mondo violento: pace nei cuori di tutti gli uomini e le donne e pace tra le nazioni della terra. Volgi verso la tua via d'amore coloro i cui cuori e le cui menti sono consumati dall’odio”.
“Dio della comprensione, sopraffatti dalla grandezza di questa tragedia, cerchiamo la tua luce e la tua guida mentre ci troviamo di fronte a eventi così terribili. Permetti a coloro a cui è stata risparmiata la vita di vivere in modo che le vite perdute qui non siano state perse invano. Confortaci e consolaci, rafforzarci nella speranza e dacci la saggezza e il coraggio di lavorare instancabilmente per un mondo dove la vera pace e l'amore regnino tra le nazioni e nei cuori di tutti”.

Il Papa ha incontrato poi i parenti di alcune vittime che stevano lavorano nlle torri, sia dei pompieri e dei soccoritori. E ha volot incontrare anche alcuni degli stessi soccoritori e sopravissuti al crollo delle twin towers.

Ad un certo punto è iniziato un breve concerto del primo violoncello della Filarmonica di New York.

Nel pomeriggio, prima di rparrire per Roma e concludere così il suo viaggio negli Usa di 6 giorni, Papa Benedetto XVI si recerà allo Yankee Stadium per una grande messa.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il