Case pubbliche per sfrattati, studenti, indigenti e parenti malati ospedale: soluzione di Genova

La regione Liguria si muove per aiutare le famiglie in difficoltà. Al via il Palazzo Soccorso



L’iniziativa del Palazzo Soccorso nasce dall’esigenza di far fronte ad una situazione abitativa catastrofica: i finanziamenti pubblici non bastano a rispondere alle esigenze degli sfrattati e delle famiglie a reddito contenuto, che sono sempre di più.

Così la Regione Liguria si è mossa per dare una mano alle famiglie che hanno difficoltà a pagare il mutuo, per coloro che pur avendo diritto ad un alloggio pubblico sono ancora in attesa di risposte e per coloro che, pur non rientrando nella fascia degli “aventi diritto all’alloggio popolare”, non riescono a trovare un affitto ad un prezzo gestibile. Ed ha creato "l'albergo sociale".


A chi si rivolge il “Palazzo soccorso”

I beneficiari di questa iniziativa sono le persone che si trovano temporaneamente in difficoltà:

    * le famiglie colpite da sfratto esecutivo e che non hanno ancora pronto un appartamento ove trasferirsi
    * giovani studenti fuori sede
    * i lavoratori in trasferta che necessitino di un punto di appoggio per qualche settimana o qualche mese
    * le persone in condizioni di fragilità sociale, appena uscite da una condizione di sofferenza e che necessitano di una base dalla quale ricostruire una vita normale
    * i parenti di persone ricoverate in ospedale quali il Gaslini o al San Martino che hanno bisogno di un alloggio per poco tempo e non sanno dove alloggiare ad un prezzo conveniente.

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
Fonte: pubblicato il