Nuovo modello ICI : quando deve essere presentato e quando non è necessario? Compilazione e usi

Approvato il nuovo modello ICI. Come utilizzarlo e quando



La dichiarazione Ici non deve essere presentata quando gli elementi rilevanti ai fini dell'imposta dipendono da atti per i quali sono applicabili le procedure telematiche attraverso il modello unico informatico (Mui).

In particolare, l'utilizzo del Mui è obbligatorio dal 15 giugno 2004 per gli atti di compravendita di immobili e per gli adempimenti relativi agli atti di cessione e costituzione, a titolo oneroso, dei diritti reali di proprietà, usufrutto, uso, abitazione, enfiteusi, superficie; dal 1° giugno 2007, invece, per tutti gli altri atti formati o autenticati da quella data. Inoltre, la dichiarazione non va presentata per gli atti notarili datati a partire dal 1° giugno 2007 relativi a immobili situati nei comuni ove vige il sistema del libro fondiario (regio decreto 499/1929).

Viceversa, la dichiarazione deve essere presentata:

  • per gli immobili che godono di una riduzione dell'imposta (come nel caso dei fabbricati dichiarati inagibili o inabitabili e di fatto non utilizzati, o dei terreni agricoli posseduti e condotti da coltivatori diretti o da imprenditori agricoli). Le riduzioni vanno dichiarate sia quando si acquista che quando si perde il relativo diritto;
  • per gli immobili che sono stati oggetto di atti per i quali non è stato utilizzato il Mui;
  • per gli immobili ubicati nei comuni dove le funzioni amministrative statali in materia di catasto sono delegate alle province autonome di Trento e di Bolzano;
  • quando il Comune non può acquisire dalla banca dati catastale le informazioni necessarie ai fini del pagamento dell'imposta (ad esempio, l'immobile è stato oggetto di locazione finanziaria o di un atto di concessione amministrativa su aree demaniali; l'atto ha riguardato un'area fabbricabile, a meno che il valore in comune commercio dell'area alienata non sia mutato rispetto a quello dichiarato in precedenza; il terreno agricolo è divenuto area fabbricabile o viceversa; l'area è divenuta edificabile in seguito alla demolizione del fabbricato; l'immobile ha perso o acquisito il diritto all'esenzione o all'esclusione dall'Ici o la caratteristica della ruralità, è stato oggetto di procedura Docfa, è di interesse storico o artistico, è stato oggetto di vendita all'asta giudiziaria, nell'ambito di procedure di fallimento o di liquidazione coatta amministrativa, eccetera).

La dichiarazione deve essere consegnata direttamente al Comune dove è ubicato l'immobile o spedita in busta chiusa, mediante raccomandata senza ricevuta di ritorno, all'ufficio Tributi del Comune, riportando sulla busta la dicitura "Dichiarazione Ici 2007".

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
Fonte: pubblicato il