Finanziamenti PMI che investono all'estero in progetti fuori dall'Unione Europea

Stanziato un fondo di 4 mln di euro per agevolare le imprese italiane che investono all'estero, fuori dall'UE.



Stanziato dal Ministero del Commercio Internazionale e gestito da Simest, la finanziaria pubblico-privata che promuove lo sviluppo delle imprese all'estero, è disponibile il primo fondo per lo sviluppo internazionale delle piccole e medie imprese italiane.

Il fondo, che vede una dotazione iniziale di 4 milioni di euro, è destinato a sostenere la fase di start up delle Pmi che decidono di aggregarsi in Italia per realizzare progetti di internazionalizzazione al di fuori dell'Unione Europea.

L’iniziativa prevede che Simest acquisisca il capitale di rischio dell'investimento, fino a un massimo del 49%, per un importo non superiore a 200 milioni di euro per singola impresa proponente e a 400 milioni per singolo investimento.

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
Fonte: pubblicato il