Prezzi benzina costano ad una famiglia più di 300 euro in un anno in continua crescita

I continui aumenti del prezzo della benzina ha fatto salire a 180 euro l'aumento annuo per la benzina e 324 per il gasolio.



I continui aumenti del prezzo della benzina ha fatto salire a 180 euro l'aumento annuo per la benzina e 324 per il gasolio.

Di fronte a questi aumenti, per Federconsumatori ed Adusbef, sono “indispensabili interventi strutturali, oltre a quelli di abbattimento del carico fiscale”, interventi “che dovrebbero non solo riconfermare ma aumentare il taglio delle accise, deciso lo scorso 10 marzo”.

Le due associazioni, infine, chiedono che sia “eliminato il divario, che si assesta sempre su 4-5 centesimi al litro, tra i costi dei carburanti nel nostro Paese e il resto d’Europa” e auspicano che la rete di distribuzione dei carburanti sia liberalizzata”. La realizzazione di queste operazioni, secondo le associazioni, determinerebbe un risparmio di 15-20 centesimi al litro sul prezzo dei carburanti.
E in vista della scadenza dello sconto fiscale di 2 centesimi il prossimo 30 aprile, il Codacons ha invitato il nuovo governo a intervenire per “prorogare il taglio fiscale sui prezzi dei carburanti innalzandolo da 2 a 8 centesimi di euro a litro”.

Dello stesso avviso l’Adoc che chiede “interventi concreti da parte del nuovo Governo”. Calcolando il costo di due pieni, si legge in un comunicato dell’associazione, “per il ponte del 1 maggio gli automobilisti spenderanno in media circa 20 euro in più rispetto all’anno scorso”. “Il costo della benzina- si legge ancora nella nota- è aumentato del 10,4 per cento rispetto a maggio 2007, quello del gasolio del 23,7 per cento”. Dunque oggi “per un’auto a benzina occorrono 6,75 euro in più, per una a gasolio quasi 14 euro”.

E all’Italia spetta il triste primato tra i paesi europei del gasolio più caro: secondo l’associazione il diesel “da noi costa ben 20 centesimi in più della media europea. Già nel marzo scorso avevamo previsto un rincaro del greggio a 120 dollari al barile prima dell’estate, ed ora dobbiamo assistere ad una vera e propria stangata per gli italiani”.

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
Fonte: pubblicato il