Prestito dello Stato a Poste Italiane: via libera dall'Unione Europea

La compensazione di 1,1 miliardi di euro per il periodo 2006-2008 è stato giudicato dall'Unione Europea pienamente conforme alle norme previste dal Trattato CE



La compensazione di 1,1 miliardi di euro per il periodo 2006-2008 è stato giudicato dall'Unione Europea pienamente conforme alle norme previste dal Trattato CE, quindi in sintonia con il principio di concorrenza.

Sono 4 i criteri stabiliti dalla Corte di giustizia Ue per valutare se una compensazione per adempiere degli obblighi di servizio pubblico costituisca un aiuto di Stato. Ci deve essere esplicito affidamento degli obblighi di servizio pubblico; condizioni di compensazione obiettive e trasparenti; nessuna sovracompensazione e una selezione del fornitore meno costoso.

L'indagine della Commissione Ue ha appurato che i costi sostenuti da Poste Italiane sono stati superiori dal sostegno finanziario ottenuto dallo Stato.

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
Fonte: pubblicato il