Trasferimento mutui e cancellazione gratis: molte banche non lo hanno fatto. Lettera di Draghi

L'attuale Governatore della Banca d'Italia punta il dito contro quelle banche che non rispettano la legge, frodando i clienti



La missiva di Mario Draghi, governatore della Banca d'Italia, datata 29 aprile e pubblicata a stralci da Repubblica, evidenzia che a Bankitalia sono giunte “numerose segnalazioni da parte degli utenti dei servizi bancari che lamentano la mancata osservanza della disciplina della portabilità dei mutui da parte degli intermediari”.

Secondo la legge, il trasferimento di un mutuo deve poter avvenire “senza penali od oneri di qualsiasi natura”.
La lettera contiene quindi un invito alle banche: “gli intermediari dovranno fornire un’informativa chiara e completa sulla disciplina e sulle modalità di funzionamewnto delle portabilità dei finanziamenti e dell’estinzione anticipata dei mutui”, facendo presente che “in caso di portabilità, non sono previsti oneri a carico della clientela”.

“Per risarcire i clienti frodati non può bastare una lettera, anche se è a firma del governatore Draghi” sostengono all’unisono Adusbef e Federconsumatori che, in un comunicato, commentano così la notizia, riportata da un quotidiano, di una lettera inviata dal Governatore della Banca d’Italia agli istituti di credito per richiamare le banche.

“Il Governatore Draghi – dice un comunicato delle due associazioni - dovrebbe inviare ispezioni tese a quantificare con un monitoraggio le illegalità e i comportamenti fraudolenti che hanno arrecato gravissimo danno a 3,2 milioni di famiglie, già alle prese con aumenti medi sulle rate di 180 euro al mese”.

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
Fonte: pubblicato il