Giappone, in progetto la tv tridimensionale entro il 2020

Immaginate di seguire una partita di calcio su uno schermo che non solo fornisce immagini tridimensionali dei giocatori, ma che vi permette di vivere i suoni e gli odori dello stadio e magari anche di 'sentire' la pacca sulla spalla data al v



Immaginate di seguire una partita di calcio su uno schermo che non solo fornisce immagini tridimensionali dei giocatori, ma che vi permette di vivere i suoni e gli odori dello stadio e magari anche di 'sentire' la pacca sulla spalla data al vincitore.

Il Giappone ha intenzione di trasformare in realtà questa visione futuristica entro il 2020, in un ampio progetto nazionale che riunisce governo, società di tecnologie avanzate ed ambienti accademici.

Il televisore a 'realtà virtuale' a cui punta il progetto sarà capace di fornire immagini tridimensionali ad alta definizione da qualsiasi angolatura e permetterà ai telespettatori di vivere un'esperienza tattile ed olfattiva grazie ad un apposito schermo parallelo al suolo.

'Riuscite ad immaginare l'esperienza di seguire la partita Giappone-Brasile in televisione come se foste veramente allo stadio?' ha chiesto il direttore del settore ricerca e sviluppo del ministero degli Interni e delle comunicazioni, Yoshiaki Takeuchi.

Anche se società, università ed istituti di ricerca in tutto il mondo hanno ottenuto discreti successi nel riprodurre immagini tridimensionali adatte ai televisori, lo sviluppo delle tecnologie necessarie per fornire sensazioni tattili ed olfattive potrebbe rivelarsi un'impresa più impegnativa, ha detto Takeuchi in un'intervista a Reuters.

La tv del futuro fa parte di un ampio progetto del governo Giapponese, intenzionato a fornire una 'comunicazione universale', ossia un sistema che permette la trasmissione efficiente di dati e di informazioni senza ostacoli linguistici e logistici.

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
Fonte: pubblicato il