Finanziamenti per agricolutura per Pmi e grandi aziende per promozione approvati da Ue

105.000.000 di euro sono stati destinati alle campagne pubblicitarie di prodotti agricoli domestici



Bruxelles (il 13 febbraio 2008) ha approvato gli aiuti di Stato dell’Italia diretti alle campagne pubblicitarie di prodotti agricoli domestici nell’ambito dei Paesi membri della Comunità europea e nei Paesi terzi.

Lo stanziamento previsto è pari a 105.000.000 di euro e si protrarrà per gli anni 2008 e 2009 (anche se l’esecutivo comunitario ha concesso l’incentivo, qualora si trovasse la copertura, anche per il 2010).

In particolare, il regime in parola riguarderà le attività pubblicitarie di prodotti agricoli di qualità sui mercati esteri. La base giuridica su cui si fonda l’aiuto  riguarda l’articolo 1, commi 1088, 1089 e 1090 (come successivamente modificati) della legge 27 dicembre 2006, n. 296. I soggetti beneficiari saranno le piccole e medie imprese nonché le grandi imprese dei settori della produzione, della trasformazione e della commercializzazione dei prodotti agricoli ed agroalimentari di qualità.

Nessuna obiezione

La Commissione europea, dopo aver attentamente esaminato le informazioni ricevute, ha ritenuto opportuno non sollevare obiezioni in merito valutando l’aiuto di Stato (N. 451/2007), compatibile con il mercato comune ai sensi dell’articolo 87, paragrafo 3, lettera c) del Trattato istitutivo delle Comunità europee.

I beni interessatiI prodotti interessati sono quelli rispondenti ai criteri di cui all’articolo 32 del regolamento (CE) n. 698/2005, del 20 settembre 2005, sul sostegno allo sviluppo rurale da parte del Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale (FEASR) e cioè i prodotti agricoli destinati unicamente al consumo umano e che rientrano in sistemi alimentari comunitari o quelli riconosciuti dagli Stati membri che sono conformi ai precisi criteri definiti all’articolo 22 del regolamento (CE) n. 1974/2006 del 15 dicembre 2006.

Le campagne pubblicitarie

Le campagne pubblicitarie previste nel regime notificato sono definite come attività con l’obiettivo di indurre gli operatori economici o i consumatori ad acquistare i prodotti di qualità di cui trattasi (in particolare, sono previste le attività di campagne pubblicitarie e di promozione attraverso mezzi di comunicazione diretta, quali stampa, televisione, cartelloni pubblicitari, ricette di cucina, organizzazione e partecipazione a vari eventi a scopo promozionale come fiere, esposizioni e altre azioni di comunicazione diretta rivolte ad operatori economici e consumatori stranieri).

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
Fonte: pubblicato il