BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Alitalia, domani nuovo incontro Maroni-Sult, si cerca soluzione

Prosegue la mediazione del ministro del Welfare Roberto Maroni nel tentativo di scongiurare lo sciopero di hostess e stewart Alitalia proclamato dal Sult per il 30 e 31 agosto e a questo scopo ci sarà domani un nuovo incontro



Prosegue la mediazione del ministro del Welfare Roberto Maroni nel tentativo di scongiurare lo sciopero di hostess e stewart Alitalia proclamato dal Sult per il 30 e 31 agosto e a questo scopo ci sarà domani un nuovo incontro.

Lo ha riferito lo stesso ministro al termine dell'incontro di stamani con il Sult.

Maroni ha detto di non condividere la posizione del presidente e amministratore delegato di Alitalia Giancarlo Cimoli secondo il quale lo sciopero non avrà conseguenze negative per la compagnia aerea: 'Io la penso diversamente. Quello che sta accadendo può avere conseguenze negative sul nuovo sistema degli ammortizzatori sociali per i vettori sul fondo integrativo alla Cig e sul trasporto aereo con disagi per i viaggiatori'.

Maroni ha detto di aver ascoltato le ragioni del Sult ci siamo aggiornati a domani per continuare. Ho riscontrato un atteggiamento serio e responsabile: tutto mi sono sembrati tranne che ribelli. Farò una serie di verifiche ed entro domani pomeriggio sapremo se si può trovare una soluzione positiva a questa vicenda'.

Il ministro non ha escluso che 'se serve' all'incontro possa partecipare anche Alitalia. 'Prima dell'incontro voglio sentire l'opinione dei vari esponenti interessati a vario titolo

nella vicenda'. Maroni ha anche detto di aver sentito telefonicamente, sempre stamani, il ministro delle Infrastrutture Pietro Lunardi e i rappresentanti del Sult hanno lasciato intendere che la telefonata prelude alla possibilità che il ministro attenda i nuovi sviluppi prima di firmare la precettazione.

Il segretario nazionale del Sult, Paolo Maras, ha confermato che i contatti con Maroni proseguiranno fino a domani precisando però che 'allo stato non possiamo che riconfermare lo sciopero già proclamato'.

Maroni, riferendosi alla estromissione da parte di Alitalia del Sult dalle trattative in corso, ha definito tale comportamento 'ingiustificato perchè discrimina e sospende i diritti sindacali e inopportuno e autolesionista perchè riguarda un sindacato che da solo ha il 50% della rappresentanza'.

'Se tutto dipende da questo, mi pare che si possa trovare una via d'uscita', ha aggiunto..

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



pubblicato il