Agevolazioni per assumere lavoratori in mobilità, disoccupati donne e sopra i 50 anni

Arrivano degli incentivi per favorire il reinserimento occupazionale



Arrivano degli incentivi per favorire il reinserimento occupazionale dei seguenti soggetti:

  • lavoratori provenienti da aziende in situazione di crisi e destinatarie di trattamenti di CIGS/mobilità in deroga ai sensi alla normativa vigente e/o Mobilità ordinaria;
  • lavoratori svantaggiati non percettori di altra indennità o sussidio legato allo stato di disoccupazione o inoccupazione, con particolare riferimento ai seguenti target:
    • 1) Donne;
    • 2) Over 50.

Gli incentivi e contributi previsti per i datori di Lavoro che assumono i destinatari del Programma PARI sono i seguenti:

A) Per tutti i soggetti (percettori e non percettori di indennità o sussidio legato allo stato di disoccupazione o inoccupazione) l’impresa potrà usufruire degli incentivi all’assunzione previsti dalla normativa vigente (quali, ad esempio, incentivi economici diretti, sgravi contributivi; assolvimento riserva obbligatoria di assunzioni e/o di altri particolari obblighi di legge o di contratto, etc.);

B) Per tutti i soggetti coinvolti nel Programma è prevista l’ erogazione di contributi alle imprese finalizzati alla formazione del valore medio di € 2.500 e variabile dai 1.000 ai 5.000 euro;

C) Nel caso di assunzione a tempo indeterminato dei soggetti non percettori di indennità o sussidio legato allo stato di disoccupazione o in occupazione nonché ai lavoratori che beneficiano di ammortizzatori sociali, ma che nel sistema incentivante loro attribuito godono soltanto di sgravi contributivi, è prevista l’erogazione di un contributo straordinario “una tantum” pari ad Euro 5.000.

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
Fonte: pubblicato il