BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Unico 2008: costi per cellulari, auto e immobili. Ecco cosa e quanto si può dedurre

Il nuovo modello Unico per l’anno 2008 approvato di recente presenta diverse novità



Si avvicina il momento della dichiarazione dei redditi e alcune novità attendono piccole imprese e professionisti. Il nuovo modello Unico per l’anno 2008 approvato di recente presenta diverse novità, prima tra tutte le nuove disposizioni di trasmissione dei modelli.

A partire da quest’anno, infatti, questa dovrà avvenire in modalità telematica. Le novità riguardano essenzialmente immobili, auto, ricariche telefoniche.

Per quanto riguarda l’ambito immobili, per la manutenzione le nuove regole in vigore valgono solo per gli immobili acquistati dopo il 1° gennaio 2007.

Per quelli acquistati prima, si applica la precedente normativa. Stesse considerazioni anche per gli immobili di terzi. Per il settore auto, per recuperare i costi delle autovetture del 2006 - diversi da quelli previsti dal decreto legge 81/2007 - si rende necessario presentare entro la scadenza di Unico 2008 una dichiarazione integrativa (articolo 2, 8 bis Dpr 322/98), perché con Unico non è possibile recuperare ulteriori quote di ammortamento relative ai mezzi di trasporto acquistati nel 2006.

Se si è in possesso di un cellulare che da la possibilità di utilizzare schede prepagate in ambito professionale, l'acquisto è deducibile al reddito di lavoro autonomo e d'impresa anella misura dell'80%, purchè i costi rientrino nei limiti della spesa prevista.

Queste spese possono essere ricondotte alle quote di ammortamento, dei canoni di locazione finanziaria o di noleggio, delle spese di impiego e manutenzione di apparecchiature terminali per servizi di comunicazione elettronica per uso pubblico.

Autrice: Marianna Quatraro

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il