BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Recessione Stati Uniti? Il rischio si allontana per la Fed ma occorre stare attenti ad inflazione

Pur lanciando l'ennesimo allarme inflazione, il presidente della Federal Riserve, Ben Bernanke, si mostra fiducioso sulle prospettive dell'economia Usa



Pur lanciando l'ennesimo allarme inflazione, il presidente della Federal Riserve, Ben Bernanke, si mostra fiducioso sulle prospettive dell'economia Usa che ben sta reagendo alla crisi economica e dove il rischio recessione potrebbe presto essere del tutto allontanato. Ma resta alto l'allarme inflazione: la Fed potrebbe ritoccare pertanto verso l'alto i tassi d'interesse.

Attualmente i tassi di interesse negli Usa sono al 2% (4% in Eurolandia) e dalla prossima riunione del Fomc, in programma fra due settimane, non si attendono novità, la Fed cioè dovrebbe lasciare invariato il costo del denaro.

“I rischi di un sostanziale rallentamento dell'economia sono diminuiti rispetto a un mese fa”, ha sostenuto il numero uno della Fed, spiegando che, nonostante le cattive notizie arrivate sul fronte della disoccupazione, gli ultimi indicatori economici hanno intaccato in maniera modesta le prospettive di crescita. Secondo gli ultimi dati, infatti, il tasso di disoccupazione Usa è passato dal 5% in aprile al 5,5% a maggio.

E sui prezzi dell’energia dice: “l’aumento dei prezzi è una lama a doppio taglio per il paese. Rischiano di porre un ulteriore freno alla crescita mentre spingono l'inflazione. L'inflazione è rimasta alta riflettendo largamente gli effetti dell'aumento dei prezzi internazionali delle materie prime. Gli ultimi aumenti dei prezzi dell'energia si sono sommati ai rischi di inflazione e alle aspettative di inflazione".

Autrice: Marianna Quatraro

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il