BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Scandalo sanità: dopo la Santa Rita altre 10 cliniche private con sovvenzioni pubbliche indagate

Da ieri è stata battezzata la clinica degli orrori, quella in cui medici, professionisti, speculavano sulla vita delle persone per soldi, tanti soldi, troppi soldi che li hanno portati a far morire pazienti



Da ieri è stata battezzata la clinica degli orrori, quella in cui medici, professionisti, speculavano sulla vita delle persone per soldi, tanti soldi, troppi soldi che li hanno portati a far morire pazienti.

Una truffa al sistema sanitario ma anche omicidio volontario aggravato da crudeltà e lesioni personali gravissime: con queste accuse la guardia di finanza di Milano ha eseguito quattordici ordinanze di custodia cautelare nei confronti di primari, ex primari e altri medici della clinica privata convenzionata Santa Rita.

Dopo i primi interrogatori davanti al al gip Micaela Curami, Pier Paolo Brega Massone, l'ex primario della clinica, difende, quindi,e giura di aver fatto tutto sempre e solo nell'interesse dei pazienti.

E quale sarebbe l’interesse di una paziente nel farsi rimuovere un seno perfettamente sano? Oltre al leader dell'equipe di chirurgia toracica, è in cella anche il suo collaboratore Fabio Pietro Presicci che però si è avvalso della facoltà di non rispondere. Tutti gli altri indagati sono agli arresti domiciliari.

Ma l'inchiesta non è finita. Nel mirino della Guardia di Finanza altre dieci cliniche private di Milano e provincia, quella più in vista nella "classifica" dei rimborsi.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il