Rate mutuo: difficoltà nei pagamenti. La Regione Liguria crea un fondo di sostegno per famiglie

La Regione ha, infatti, istituito un fondo di garanzia a sostegno delle famiglie che sono momentaneamente in difficoltà economica e faticano a pagare la rata del mutuo.



La crisi dei mutui con le sue conseguenze sul sistema finanziario internazionale potrebbe aver toccato il suo picco: prezzi troppo alti, disponibilità troppo basse, così, dopo la sorpresa di dell’offerta Banca di Mediolanum di rate più leggere a partire dal prossimo 1 settembre quando la società ridurrà il tasso d'interesse dei mutui in portafoglio di tutti i propri clienti (circa 7.500 alla fine del primo trimestre), arriva anche una nuova iniziativa presentata dalla Regione Liguria.

La Regione Liguria a sostegno dei più bisognosi per il pagamento dei mutui. Grazie ad un accordo con l'Abi Liguria, la Regione ha, infatti, istituito un fondo di garanzia a sostegno delle famiglie che sono momentaneamente in difficoltà economica e faticano a pagare la rata del mutuo.

Si tratta della prima Regione italiana ad offrire una misura di sostegno del genere, grazie alla quale sarà possibile, per esempio, sospendere i pagamenti delle rate fino a diciotto mesi. Il fondo, attivato dall'Ente con la finanziaria regionale Filse, prevede uno stanziamento di un milione e trecentomila euro, che salgono a tre milioni e novecentomila in base al protocollo d'intesa stipulato con Abi Liguria.

In base a questo accordo, inoltre, i cittadini che hanno stipulato un mutuo per l'acquisto o il restauro della prima casa tra il 2002 e il 13 dicembre 2007 possono rinegoziare il mutuo e sospendere il pagamento, in caso di difficoltà. Considerando, però, che potranno essere rinegoziati solo i mutui a tasso variabile e relativi a immobili che non siano inseriti nelle categorie catastali A1, A8 e A9, esclusi, ovviamente, anche gli immobili di lusso.

Autrice: Marianna Quatraro

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marcello Tansini Fonte: pubblicato il