BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Cumulo pensioni e redditi, trasferimento contanti con tetto 12500 euro e novità finanziaria 2009

Il Governo studia le linee guida per l’emanazione della prossima legge Finanziaria 2009 che dovrà cercare di risanare un deficit finanziario interno, cercando, allo stesso tempo, di combinare esigenze economiche del Paese e bisogni dei cittadini.



Il Governo studia le linee guida per l’emanazione della prossima legge Finanziaria 2009 che dovrà cercare di risanare un deficit finanziario interno, cercando, allo stesso tempo, di combinare esigenze economiche del Paese e bisogni dei cittadini. 

Sconto automatico sui carburanti legato al recupero dell'extragettito Iva, ritorno del tetto di 12.500 euro per i trasferimenti in contanti e per gli assegni non trasferibili, forti sanzioni per chi pubblica redditi on line.

Nel pacchetto oltre alla Robin tax, anche l'abolizione del divieto di cumulo tra pensione e redditi da lavoro, nuove regole per disciplinare i contratti occasionali, novità sull'apprendistato, liberalizzazione dei servizi pubblici locali. Previste anche una stretta su Regioni ed enti locali e l'abolizione delle province delle aree metropolitane.

Da banche, assicurazioni e Robin tax il Governo conta di incassare 2,5 miliardi complessivi di maggior gettito. Nel dettaglio, dalla Robin Hood tax, a carico delle compagnie petrolifere, il gettito atteso è di 1 miliardo. Tra 1,3 e 1,5 miliardi invece da banche e assicurazioni attraverso un allargamento della base imponibile Ires e Irap.

La manovra triennale 2009-2011 allo studio del Governo prevede un giro di vite su Regioni ed enti locali da 9,2 miliardi, una stretta sulla spesa sanitaria di 3 miliardi e misure sul pubblico impiego per altri 3 miliardi.

Il Governo, poi, è alle prese con l'elaborazione della Robin Hood tax, che ha lo scopo di tassare gli speculatori che incassano profitti stratosferici giocando sui rialzi del petrolio. A

llo studio la liberalizzazione dei servizi pubblici locali. Si studia l'affidamento di questi servizi o a spa private individuate mediante gare pubbliche o a società a partecipazione mista, pubblica e privata, nelle quali però i privati debbono detenere almeno il 30%. Nella manovra dovrebbe essere contenuta anche la norma che abolisce il divieto di cumulo tra pensione e redditi da lavoro, con esclusione delle forme pensionistiche gestite dagli enti di diritto privato.

Entro la fine dell'anno, inoltre, il governo renderà noti i criteri per l'individuazione dei siti per le centrali nucleari. Si tratterebbe di una delega al governo che, oltre a definire i criteri di localizzazione dei siti, dovrebbe anche individuare le misure compensative da riconoscere alle famiglie e alle imprese residenti nel territorio vicino al sito.
Gli oneri sarebbero sostenuti dalle imprese coinvolte nella costruzione o nell'esercizio degli impianti.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il