BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Lavorare all'estero: in Russia assunzioni a pieno ritmo. E' nata una classe media di professionisti

Forte la presenza anche degli impieghi di stranieri. Lo stipendio medio supera i 2500 dollari al mese ma chi dispone di un buon curriculum arriva tranquillamente a prendere 100.000 dollari l'anno



La Russia cambia volto e cambia lo scenario di Mosca: sugli immensi vialoni della metropoli russa, si accalcano ora interminabili file di automobili fiammanti asiatiche ed europee, simboli a quattro ruote del nuovo benessere che ha trasformato l'ex capitale dell'impero sovietico.

Se fino a cinque anni fa gli stipendi medi erano di poche centinaia di dollari e per pochi superricchi vi erano milioni di persone che vivevano al limite della sopravvivenza, oggi la situazione è nettamente cambiata. Merito del petrolio. Migliaia di moscoviti guadagnano cifre iperboliche, cenano nei migliori ristoranti e non si fanno mancare nulla.

E Mosca cresce anche per tasso di natalità: registra, infatti, il maggior numero di neonati dal 1988.

Segno di un benessere ormai diffuso e dilagante. I salari sono in crescita vertiginosa e le aziende assumono a pieni ritmi.

Forte la presenza anche degli impieghi di stranieri. Lo stipendio medio supera i 2500 dollari al mese ma chi dispone di un buon curriculum arriva tranquillamente a prendere 100.000 dollari l'anno e sono molti anche quelli che arrivano a cifre superiori con un top intorno ai 250.000 dollari l'anno.

Tutto è cambiato rispetto al passato, rispetto all’idea sempre presente nell’immaginario comune di un Paese stretto nella rigidità di regole e leggi che non permetteva un ‘vivere’ sa zar. Oggi si può.

Autrice: Marianna Quatraro

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il