BusinessOnline - Il portale per i decision maker


Cartelli tra aziende in Italia: problemi per numerose banche e assicurazioni secondo Antitrust

Lo afferma il presidente dell’Authority, Antonio Catricalà, nella relazione annuale al Parlamento, che sostiene con fermezza: “I cartelli non sono peccati veniali; sono gravi misfatti contro la società perché corrompono la libera competizione delle f



L'80% delle banche e assicurazioni quotate presenta problemi di conflitti di ruolo, legati alla presenza nei propri organi di amministrazione di persone che siedono contemporaneamente nei board dei concorrenti.

Lo ha detto il presidente dell'Antitrust, Antonio Catricalà, riferendosi ai primi dati emersi dall'indagine conoscitiva sulla governance di banche e assicurazioni condotta dal Garante.

L’Antitrust ha avviato 23 istruttorie contro le banche per accertare eventuali ostacoli alla applicazione della legge sulla portabilità gratuita dei mutui.

Lo afferma il presidente dell’Authority, Antonio Catricalà, nella relazione annuale al Parlamento, che sostiene con fermezza: “I cartelli non sono peccati veniali; sono gravi misfatti contro la società perché corrompono la libera competizione delle forze economiche sul mercato: negli Stati Uniti sono considerati fatti criminosi, puniti con la prigione”.

Al tempo stesso, Catricalà ribadisce che “sarebbe un errore imperdonabile rinunciare a politiche di liberalizzazione e di apertura dei mercati. Soprattutto per l'Italia, che non gode di materie prime e di autonome risorse energetiche, una politica di chiusura sarebbe disastrosa”. L'Antitrust chiede inoltre di rivedere il sistema di sanzioni nei confronti delle imprese e per la tutela del consumatore.

Autrice: Marianna Quatraro

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il