BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Prezzi bottiglie acqua in forte aumento in città italiane e acqua pubblica ha diversi problemi

Prezzi alle stelle ora anche per le bottiglie d’acqua. Incredibile ma vero, il bene più prezioso della terra, quello inestimabile, di quel bene prezioso che è l’acqua, costa sempre più.



Prezzi alle stelle ora anche per le bottiglie d’acqua. Incredibile ma vero, il bene più prezioso della terra, quello inestimabile, di quel bene prezioso che è l’acqua, costa sempre più.

A lanciare l’emergenza acqua è l’Adoc con un’indagine sul mercato delle acque minerali che risulta “gravemente danneggiato dalle speculazioni della distribuzione, sia grande che piccola, e della ristorazione, nonostante sia presente una buona concorrenza”. Gli aumenti medi registrati con l’avvento della calura estiva si attestano al 7,6%, con punte massime di 14,2 per cento per le bottiglie da 0,50 litri delle marche maggiori e del 6,1 per cento per le bottiglie da 1,5 litri.

Il caro-acqua riguarda le città d’arte, dove per esempio una bottiglietta d’acqua da mezzo litro può costare anche fino a 5 euro nel centro storico di Roma, ma tocca anche le località marittime più in (Capri, Ischia, Forte dei Marmi).

Ed anche l’acqua ‘pubblica’ ne risente. Nonostante l’esistenza di una regolamentazione prodotta dagli Acquedotti regionali, sono ancora tante le  inefficienze segnalate.

 E’ il sud che spreca più acqua potabile. Secondo i tecnici del Covili, Comitato per la Vigilanza sull’uso delle risorse idriche, é difficile avere le misure reali degli sprechi, ma i numeri che circolano sulle perdite “sono gonfiati”, affermano gli esperti, anche se persiste una situazione di sprechi del 40%.

Autrice:
Marianna Quatraro

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il