BusinessOnline - Il portale per i decision maker


Prestiti e finanziamenti in Italia minori che nelle altre nazioni ma usati per far quadrare bilancio

Il fenomeno cresce in maniera considerevole, secondo le proiezioni dei primi cinque mesi con una dinamica costante da diversi anni e ora incomincia a interessare anche le classi sociali più abbienti.



Continua la saga prestiti in Italia. Secondo uno studio Eurisko per Assofin sempre più italiani utilizzano il credito al consumo per far quadrare il bilancio familiare di fine mese.

Il fenomeno cresce in maniera considerevole, secondo le proiezioni dei primi cinque mesi con una dinamica costante da diversi anni e ora incomincia a interessare anche le classi sociali più abbienti.

Entrando nel dettaglio, il ricorso a finanziamenti a fine 2007 aveva toccato il 5,8% del Prodotto interno lordo che significa, pro capite, 1.500 euro rispetto ai 2.200 euro della Spagna, i 2.500 della Francia, i 2.800 della Germania e i 5.200 della Gran Bretagna.

Trend ulteriormente in salita anche per il 2008, se è vero che, da gennaio a maggio, il valore delle operazioni ha superato i 26 milioni di euro, segnando +2,6% rispetto al 2007. a farla da capo ci sono i prestiti personalizzati in aumento del 16%, e la cessione del quinto dello stipendio, a +19,6%.

La quota complessiva relativa a prestiti personali, cessione del quinto e carte revolving è passata, in meno di dodici anni, dal 15% a quasi il 60%, il che ha portato in breve tempo la quota di incidenza di indebitamento delle famiglie italiane sul reddito disponibile al 50%. L’aspetto da prendere in considerazione per ricercare i motivi che spingono ai prestiti in Italia deve essere non solo quello considerato in rapporto alla necessità, ma anche quello che nasce per comodità.

Se, infatti, vi è una parte della popolazione che usufruisce dei finanziamenti per una condizione economica che praticamente non li mette nelle condizioni di poter ‘fare tutto’, un’altra buona parte si serve dei prestiti per convenienza, magari per anticipare una spaesa che altrimenti non avrebbe fatto, per esempio.

Marianna Quatraro

I migliori Prestiti personali senza busta paga e finanziamenti DICEMBRE 2016. In questo articolo proponiamo i migliori finanziamenti senza bisogno di presentare la busta paga e senza garanzie, ma anche prestiti personali, finanziamenti per attività e liberi professionisti con bassi tassi d'interesse.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il