BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Silvio Berlusconi e Virgia Sanjust: relazione d'amore? I giudici di Roma indagano su vicenda

Dalla Procura della Repubblica di Roma al Tribunale dei ministri il fascicolo intercettazioni che riguarda Silvio Berlusconi cresce e si arricchisce di sempre più colpi di scena.



Dalla Procura della Repubblica di Roma al Tribunale dei ministri il fascicolo intercettazioni che riguarda Silvio Berlusconi cresce e si arricchisce di sempre più colpi di scena. Secondo le ultime notizie, emergerebbe un nuovo caso di corruzione o di mobbing o forse maltrattamenti.

Ad accertarlo sarà il Tribunale dei Ministri.  Il caso in discussione era stato archiviato per ‘la genericità delle accuse’ e ‘la mancanza di adeguati riscontri oggettivi’. Poi è emerso un fascicolo in cui l’agente segreto protagonista, Federico Armati, avrebbe raccolto tutti gli allegati e un esposto datato 25 marzo 2006 preparato e  mai presentato, ‘a seguito della destinazione dell'Armati al servizio presso il Cesis’, oltre ai cd-rom e alle trascrizioni di due conversazioni registrate da Virginia Sanjust all'insaputa dell'ex marito.

Al centro dello scandalo una presunta relazione tra la signora e il Cavaliere che, in base all'esposto di Federico Armati, risalirebbe al 29 settembre 2003. Quel giorno, il presidente del Consiglio diffonde un messaggio televisivo a reti unificate per illustrare la riforma delle pensioni. A presentare la trasmissione su Rai Uno, è la neo-annunciatrice Virginia Sanjust, coniugata e all'epoca legalmente separata. L'indomani mattina il presidente del Consiglio fa contattare telefonicamente la signora Sanjust, per chiederle l'indirizzo presso il quale inviare un mazzo di fiori in segno di ringraziamento.

L'annunciatrice indica quello di Campo dei Fiori 8, a Roma, dov'è ospite dell'ex marito per trascorrere alcuni giorni con il figlio. Poco dopo, arriva l'omaggio floreale con un bigliettino di congratulazioni.

La signora Sanjust, su consiglio dell’ex marito e dei due amici presenti, si mette in contatto con palazzo Chigi per ringraziare a sua volta il presidente del Consiglio, lasciando nome e numero di telefono. Dopo pochi minuti, il telefono squilla e la voce Berlusconi che la invita a colazione per il giorno successivo, alle ore 13, a palazzo Chigi. D

opo il pranzo, Berlusconi avrebbe invitato la sua ospite nel studio privato, dandole una confezione del gioielliere Damiani e chiedendole se avrebbe potuto far qualcosa per esserle ancora d’aiuto. Virginia dice che l'ex marito, dipendente della Presidenza del Consiglio in forza al Sisde, aspetta da anni una promozione. A novembre, ad Armati viene comunicato l'avanzamento al grado di Collaboratore.

Da quel momento, come afferma lo stesso Armati, si stabilisce un'intensa relazione tra Berlusconi e la Sanjust che durerà fino al gennaio 2005: telefonate quotidiane anche dopo la mezzanotte, costosi regali, inviti nella sua residenza in Sardegna, la conduzione di un nuovo programma di Rai Uno intitolato "Oltremoda". Ma Virginia si dimette dalla Rai come annunciatrice.

Comunica al marito l’intenzione di chiedere per lui a Berlusconi un ulteriore promozione in modo da guadagnare di più e permettere così al figlio un migliore tenore di vita. Ma lui non vuole e lei minaccia di rovinarlo. Così accade: Armati sarà trasferito e il suo stipendio sarà ridotto da 4.481 euro a 1.700/1.800 mensili. Ma, proprio alla vigilia delle elezioni politiche 2006, Armati ottiene una nuova promozione e passa al Cesis, il Comitato che coordina i diversi servizi segreti: lo stipendio sale a circa 5.500 euro al mese.

L’agente segreto rinuncia a presentare il suo esposto. Perché prima spostato e poi riammesso? Che legami ci sono tra la sua carriera, quella del presidente del Consiglio e il ruolo della ex moglie?

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il