BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Fiat-Bmw: alleanza industriale per Mini e Punto. Intanto cassa integrazione da settembre

L’alleanza industriale tra i due colossi europei del mercato automobilistico Fiat e BMW riguarderà la piattaforma comune per la realizzazione della terza generazione della Mini e per la nuova Grande Punto.



Fiat-BMW l’accordo intesa è alle porte. L’alleanza industriale tra i due colossi europei del mercato automobilistico riguarderà la piattaforma comune per la realizzazione della terza generazione della Mini e per la nuova Grande Punto. L'intesa riguarderebbe anche l'utilizzo dei propulsori.

L'annuncio di una partnership industriale in dirittura d'arrivo ha permesso a Fiat di limitare i danni sul listino e di allontanarsi dai minimi di seduta. L'amministratore delegato della Fiat, Sergio Marchionne, aveva anticipato di un possibile accordo con la casa tedesca già in occasione della presentazione della nuova Fiat 500 Abarth.

Nonostante la ripresa possa essere alle porte grazie a questa nuova alleanza industriale e commerciale, il titolo Fiat perde comunque (ore 12,50) il 4,9% a 9,81 euro dopo aver segnato un prezzo minimo di 9,64 euro. I titoli del lingotto stanno pagando fin dalle prime battute della seduta la giornata ancora negativa del settore (-3,92% il sottoindice Stoxx600) e il possibile ricorso alla cassa integrazione nei prossimi mesi in alcuni stabilimenti italiani del gruppo a causa della congiuntura e del mercato sfavorevoli.

Saranno interessati gli stabilimenti di Mirafiori, Melfi, Termini Imerese e Pomigliano. Lo ha annunciato l'azienda torinese ai sindacati. Quanto a Cnh, la società del gruppo specializzata in veicoli agricoli, gli stabilimenti interessati dalla cassa integrazione saranno San Mauro torinese e Imola.

In dettaglio a Mirafiori la cig è prevista per una linea (non per quella di Alfa Mi.To) per una settimana a settembre, una a ottobre e una a novembre, per Termini Imerese una settimana a ottobre e due a novembre, per Melfi, dove viene assemblata la Grande Punto, una settimana in agosto, una a settembre, una a ottobre e una a novembre e per Pomigliano due settimane a settembre, una a ottobre e una a novembre. Infine, per ciascuno dei due stabilimenti di San Mauro e Imola di Cnh, controllata attiva nelle macchine per le costruzioni e per l'agricoltura del gruppo Fiat, sono previste due settimane a settembre, una a ottobre, due a novembre e una a dicembre.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il