BusinessOnline - Il portale per i decision maker


Massimo scoperto sui conti correnti bancari verrà eliminato? Che cosa è e quanto incide

Abolizione della clausola di massimo scoperto dai conti corrente? La percentuale applicata dall’istituto di credito sul massimo saldo negativo registrato durante il trimestre forse verrà abolita.



Abolizione della clausola di massimo scoperto dai conti corrente? La percentuale  applicata dall’istituto di credito sul massimo saldo negativo registrato durante il trimestre forse verrà abolita.

La commissione di massimo scoperto è stata definita poco trasparente per i risparmiatori da parte di Corrado Faissola, direttore Abi, per il quale sarebbe opportuno sostituirla. Concorde sull’eventuale abolizione del massimo scoperto anche il presidente dell’Antitrust, Antonio Catricalà, che in settimana l’ha definita 'una prassi iniqua e penalizzante per risparmiatori e imprese', che dev’essere abolita con modalità e tempi rispettosi della concorrenza.

L’attuale clausola potrebbe venire sostituita da commissioni sull’accordato, basate sull’ammontare preso in prestito, sul rating del cliente e sulla concorrenza fra le diverse banche. La commissione di massimo scoperto (CMS) viene in genere applicata per tutto il trimestre, anche se nel trimestre il cliente affidato è andato in “rosso” per un solo giorno.

Lo scoperto di conto corrente viene, infatti, considerato come una particolare forma di finanziamento concesso dall’istituto di credito alle persone sia fisiche che giuridiche (privati, aziende), una vera e propria linea di credito che la banca accorda ad un cliente.

La banca fissa naturalmente un tetto massimo, oltre il quale non si deve andare (per evitare il pagamento di penali) e il cliente potrà utilizzare tutta la liquidità necessaria fino al limite imposto.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il