BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Industria italiana in calo a Maggio 2008: crollo. Ore lavorate in aumento ma non la produttività

Secondo l’Istat, la produzione industriale in Italia sarebbe diminuita del 6,6% rispetto allo stesso mese dello scorso anno.



Secondo gli ultimi dati comunicati dall’Istat, la produzione industriale in Italia sarebbe diminuita del 6,6%rispetto allo stesso mese dello scorso anno. Un vero e proprio crollo. Aumentano le ore di lavoro ma la produttività resta agli stessi livelli e il divario cresce.

L'indice della produzione corretto per i giorni lavorativi ha segnato una flessione dell'1,4% rispetto ad aprile 2008; quest'ultimo è il dato peggiore da settembre 2007. Sui dati negativi della produzione industriale registrati a maggio pesa soprattutto l'energia.

Dal 1993, rileva l'istituto, le ore di lavoro sono aumentate del 10,7%, e ancor più consistente è stata la crescita delle posizioni di lavoro (+13,9%). Il Pil per ora lavorata, nel 2007, è invece diminuito dello 0,2% rispetto al 2006, a testimonianza di un deficit di produttività.

Analizzando i dati per settore, emerge la progressiva crescita del comparto servizi, che raggiunge il 67% del totale di ore lavorate: industria e agricoltura, invece, occupano rispettivamente il 27,5% e il 5,5%.

Per quanto riguarda le posizioni nella professione, il lavoro dipendente contribuisce maggiormente alla produzione di reddito, occupando circa il 68,4% del totale di ore lavorate. In calo il lavoro indipendente, che dal '93 al 2007 è passato dal 35% al 31,6%.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il