BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Bot annuali e trimestrali asta Luglio 2008 forte richiesta dopo aumento dei tassi. Considerazioni

Crollano le Borse europee e i piccoli risparmiatori non perdono occasione per infilare nel portafoglio titoli affidabili come i BoT



Crollano le Borse europee e i piccoli risparmiatori non perdono occasione per infilare nel portafoglio titoli affidabili come i BoT. Decisamente meglio il mercato obbligazionario, con i bond europei e americani.

La tonicità dei bond europei ha trovato riscontro nell'esito dell'asta di inizio luglio sul breve termine con cui il Tesoro ha assegnato 10 miliardi di euro tra BoT a 3 e 12 mesi.

La risposta del mercato è stata buona, con una domanda che ha sfiorato complessivamente i 16 miliardi di euro. Ad acquistare, dicono gli operatori interpellati, sono stati soprattutto i piccoli risparmiatori mentre gli investitori istituzionali e gli specialisti hanno giocato solamente un ruolo marginale.

Con il rialzo dei titoli, il BoT a 3 mesi è arrivato al 3,39% netto mentre il rendimento lordo (4,348%) ha toccato i massimi da oltre sette annia questa parte (maggio 2001). Buona anche la performance del BoT annuale che si è confermato sopra il 4,5% lordo e al 3,62% netto, malgrado la revisione delle aspettative di inflazione europea seguita all'ultimo rialzo della Bce.  In linea i prezzi, leggermente più cari rispetto al mercato ma non su livelli preoccupanti.

Ad aumentare è stata la domanda arrivata dai piccoli risparmiatori, che in questi mesi hanno riscoperto una passione sempre più forte verso i bond del Tesoro.

Marianna Quatraro

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il