BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Barack Obama in visita a Gerusalemme dopo Iraq e Afghanistan. Nucleare, pace, guerra, economia

Dopo aver visitato l'Afghanistan e l'Iraq, il candidato democratico Barack Obama ha proseguito il suo tour internazionale. Destinazione: Gerusalemme.



Dopo aver visitato l'Afghanistan e l'Iraq, il candidato democratico Barack Obama ha proseguito il suo tour internazionale. Destinazione: Gerusalemme, dove ha incontrato il premier israeliano Ehud Olmert, i ministri degli esteri Tzipi Livni e della Difesa Ehud Barak.

“Il principio più importante che voglio riconfermare è quello del rapporto storico e speciale fra Stati Uniti e Israele, che ho ribadito durante tutta la mia carriera e che non intendo soltanto mantenere ma rafforzare. Gerusalemme sarà la capitale di Israele” ha poi detto parlando con il ministro degli Esteri israeliano Tzipi Livni. I

l capo di Stato israeliano, Shimon Peres, ha detto a Obama che al mondo serve un grande presidente americano. Secondo l'84enne premio Nobel per la pace, i principali problemi attuali sono il terrorismo e la fame.  Si è parlato, poi, di tutte le questioni fondamentali e le sfide poste di fronte a Israele e il mondo libero nella regione.

 “Ho compiuto questo viaggio per riaffermare le relazioni speciali tra Israele e gli Stati Uniti e l’impegno per la sicurezza di Israele, ha detto Obama. La mia speranza è che possa essere un partner effettivo, sia da senatore che, eventualmente, da presidente”.

Sul nucleare ha affermato che il programma dell'Iran, sospettato di voler produrre armi atomiche, è un problema per l'umanità intera. Obama ha ricordato, inoltre, che gli Stati Uniti riusciranno a riportare la sicurezza in Iraq e, soprattutto, che un ridimensionamento della presenza militare americana entro 16 mesi è possibile, come l’idea di aumentare la presenza a Kabul.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il