BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Comprare libri scuola: sconti per l'acquisto grazie ai ticket. La prima ad usarli è la Lombardia

Parte dalla Lombardia il progetto 'Sistema dote scuole'.



Ticket per l’acquisto di libri scolastici o di lettura, dizionari di lingua straniera, supporti multimediali e ogni altro genere di materiale, scolastico e non, presente nelle cartolerie: parte la Lombardia.

La raccolta di adesione delle cartolerie, delle librerie e dei negozi di informatica che hanno intenzione di entrare a fare parte del circuito è partita in questi giorni. I voucher saranno in tagli da 10 o 25 euro.  I

l progetto, che si estenderà su tutto il territorio nazionale, è frutto dell’accordo quadro siglato tra Accor Services Italia e Federcartolai-Confcommercio, coinvolgerà circa 40.000 ragazzi della scuola primaria e secondaria della Regione e che affianca quello della Regione Lombardia, denominato ‘Sistema dote scuola’, per la fruizione dei servizi educativi, istruzione e formazione, risponde alla domanda delle famiglie lombarde per l’istruzione dei propri ragazzi.

I buoni ‘Ticket Scuola’ emessi e distribuiti da Accor Services Italia, che gestirà la rete di servizi secondo le necessità che si svilupperanno, in nome e per conto della Regione Lombardia, saranno, quindi, accettati come mezzo di pagamento nelle cartolerie che aderiscono all’iniziativa, su tutto il territorio lombardo.

 Gli esercizi convenzionati dovranno ritirare il ticket per l’intero valore nominale, controllare il valore del buono e rilasciare regolare scontrino, perché i buoni non dovranno essere fatturati ma presentati all’incasso della società emettitrice con una semplice nota/distinta di debito fuori ambito Iva.

Il negoziante dovrà controllare la validità del buono esibito (in alto a destra c’è la scadenza) e, in caso di buono scaduto, potrà ritirarlo solo previa assistenza di Accor Services. Non è possibile dare resto in denaro al cliente né utilizzare il buono in altro modo.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il