BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Lista di attesa ospedali più veloci, ambulatori aperti 24 ore, sconti per i dentisti. Riforma Sanità

Il sottosegretario Fazio afferma che la priorità assoluta sono le liste d’attesa da abbattere in rapporto alle malattie cardiovascolari e oncologiche.



Stabilire le priorità, a partire dall'abbattimento delle liste di attesa in relazione alle maggiori patologie  come malattie cardiovascolari e tumori, la ridefinizione dei livelli essenziali di assistenza (Lea), l'assistenza sul territorio ed un piano di prevenzione con particolare attenzione agli stili di vita e agli anziani:  ad illustrare azioni e progetti per una nuova riforma del sistema sanità sono intervenuti il ministro del Welfare Maurizio Sacconi ed i sottosegretari alla Salute Ferrucio Fazio, Francesca Martini ed Eugenia Roccella. 

Il sottosegretario Fazio afferma che la priorità assoluta sono le liste d’attesa da abbattere in rapporto alle malattie cardiovascolari e oncologiche. Sono quelle che richiedono maggiore impegno e costante partecipazione da parte dei medici e hanno bisogno di cure continue. Per entrambe si stanno prevedendo 4 livelli di priorità: entro 72 ore prestazioni urgenti; entro 10 giorni prestazioni differibili; entro 30 giorni prestazioni il cui rinvio non interferisce con le necessità terapeutiche; entro 60 giorni le altre tipologie di prestazioni rinviabili.

La proposta, che sarà discussa con le Regioni, prevede anche una tempistica specifica per la radio e chemioterapia e per la terapia in caso di recidiva tumorale. Il nuovo piano sanità garantirà la copertura per la vaccinazione anti-Hpv, per la diagnosi e la terapia delle malattie rare e per le protesi per i disabili.

 Al varo l’ipotesi di tenere aperti gli ambulatori 24 ore su 24, il piano di sconti per le cure dentarie a sostegno delle fasce più deboli, gestire le risorse per aumentare la dotazione tecnologica degli ospedali e riqualificare le strutture, puntando anche, e soprattutto, ad un processo di umanizzazione di medici e personale.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il