BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Inflazione al 4,1% annua a Luglio. Prezzi più cari di pasta e diesel. Mai così dal 1996

L'indice dei prezzi al consumo per l'intera collettività relativo al mese di luglio 2008 ha raggiunto il 4,1%.



L’inflazione vola su livelli mai visti: dal 1996: secondo gli ultimi dati dell’Istat, l'indice nazionale dei prezzi al consumo per l'intera collettività relativo al mese di luglio 2008 ha raggiunto il 4,1% rispetto al 3,8% del mese di giugno. Su base mensile i prezzi sono aumentati dello 0,5%.

Volano pasta e diesel. Alimentari e carburanti, ma anche tabacchi e servizi turistici. Il prezzo di pane e cereali è cresciuto a luglio del 12,1%, con un 13% per il pane ed un 25% per la pasta, che accelera ancora rispetto al 22,3% di giugno. Cresce in maniera considerevole il comparto energetico dove la crescita è del 2% su base mensile e del 16,6% su base annua.

L'aumento dei prezzi dell'energia si ripercuote su casa ( 8,6% nel capitolo abitazione, acqua, elettricità e combustibili) e trasporti ( 7,1%): quelli aerei segnano un 11,7% e quelli marittimi un 8,1%, entrambi comunque in rallentamento rispetto ai valori di giugno.

Cresce anche il costo dei servizi balneari per cui si è registrata una crescita dei prezzi arrivata all'8%, per i camping al 4% e per i pacchetti vacanza al 5%, oggi attutita dal nuovo progetto ‘Pomeriggio convenienza’ in base al quale dalle due in poi i prezzi delle spiagge diminuiranno considerevolmente.

E per chi decidesse di risparmiare rimanendo a casa e rilassandosi davanti alla tv, non si faccia troppe illusioni: perché gli abbonamenti alle pay-tv sono aumentati del 5,1%.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il