BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Crisi economia mondiale 2008: banche possono essere la causa del peggioramento situazione

E' difficile riuscire a rafforzare ulteriormente i capitali e il rischio di un'interazione negativa fra l'aggiustamento del sistema bancario e l'economia reale cresce



E’ il Fondo Monetario Internazionale (Fmi) nell'aggiornamento del Global Financial Stability Report a lanciare l’allarme: i mercati finanziari globali continuano a restare fragili e gli indicatori di rischio sistemico rimangono elevati.

Per numerose categorie di prestiti, la qualità del credito ha iniziato a deteriorare con il calo dei prezzi degli immobili e il rallentamento della crescita economica.

Nonostante la ripresa che sembra aver investito le banche, è ancora piuttosto difficile riuscire a rafforzare ulteriormente i capitali e il rischio di un'interazione negativa fra l'aggiustamento del sistema bancario e l'economia reale cresce.

I mercati finanziari, si legge nel rapporto aggiornato, non sono ritornati ai livelli elevati di rischio sistemico osservati in primavera, ma c'è crescente timore sull'interazione tra i mercati finanziari e le prospettive macroeconomiche.

La spirale negativa che si è creata tra mercati finanziari ed economia reale, ha spiegato Caruana, direttore della Divisione monetaria e mercati di capitale dell'Fmi, si alimenta da un lato dal rallentamento congiunturale che allarga il rischio di credito e dall'altro dalla rivalutazione in atto sui mercati finanziari che rende sempre più limitata la capacità di finanziamento del sistema finanziario.

Tutto dipende ancora dalla crisi del mercato immobiliare che dagli Usa si è allargata a coinvolgere l’intero sistema economico- finanziario mondiale. Le banche sono, per un periodo, riuscite a sbrogliare nodi, ma c’è rischio di un nuovo peggioramento della situazione.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il