BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Detrazioni abbonamenti trasporti pubblici e asili nidi e altre agevolazioni Finanziaria 2008-2009

Sono 19 le proroghe di sgravi fiscali e previdenziali previste dalla nuova Finanziaria.



La nuova Manovra finanziaria del governo prevede circa 19 proroghe di sgravi fiscali e previdenziali: si parte dall'aliquota agevolata Irap per il settore agricolo, si chiude con gli incentivi per l'aggregazione e la formazione degli autotrasportatori, passando per la proroga delle detrazioni per la frequenza di asili nido e di quelle per l'autoformazione dei docenti Ecco.

In particolare, per quanto riguarda il trasporto pubblico, la proroga per il 2009 prevede una detrazione del 19% , su un importo non superiore a 250 euro (con un risparmio d'imposta, quindi, fino a 48 euro), per le spese sostenute entro il 31 dicembre 2009 per l'acquisto degli abbonamenti ai servizi di trasporto pubblico locale, regionale e interregionale.

La detrazione spetta a condizione che queste spese non siano deducibili nella determinazione dei singoli redditi che concorrono a formare il reddito complessivo.

Per quanto riguarda il settore asili nido, la proroga per il 2009 prevede una detrazione dall'imposta lorda nella misura del 19 per cento delle detrazioni Irpef per le rette degli asili nido. In particolare per le spese documentate sostenute dai genitori per il pagamento di rette relative alla frequenza di asili nido per un importo complessivamente non superiore a 632 euro annui per ogni figlio.

E ancora, viene prorogata al 2009 l'agevolazione per i soggetti che operano nel settore agricolo e per le cooperative della piccola pesca e loro consorzi e, inoltre, ai docenti delle scuole di ogni ordine e grado, anche non di ruolo con incarico annuale, ai fini dell'imposta sul reddito delle persone fisiche, spetta una detrazione dall'imposta lorda e fino a capienza della stessa nella misura del 19% delle spese documentate sostenute ed effettivamente rimaste a carico, fino a un importo massimo delle stesse di 500 euro, per l'autoaggiornamento e la formazione.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il