BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Sud Ossezia e Abkhazia secessione riconosciuta dal Parlamento russo. Tensione cresce

La Russia dice si all'indipendenza di Sud Ossezia e Abkhazia.



La settimana scorsa avevano chiesto a Mosca il riconoscimento della secessione da Tbilisi, e Russia Unita, il partito del premier Vladimir Putin che ha la maggioranza al Parlamento russo, si è detto favorevole a riconoscere l'indipendenza di Ossezia del sud e Abkhazia, le due regioni separatiste della Georgia, presentando un progetto di risoluzione che chiede al presidente russo Dmitri Medvedev di riconoscerne l'indipendenza.

In disaccordo Unione europea e Stati Uniti che si sono più volte espressi per il mantenimento dell'integrità territoriale della Georgia. Ma la Russia dirà si. Il Consiglio della federazione ha aperto stamani la riunione con una richiesta del presidente Serghei Mironov di riconoscere all’unanimità il diritto all’indipendenza dei due territori separatisti georgiani, per rivolgere un appello in questo senso al leader del Cremlino, Dmitri Medvedev.

Anche il consiglio ristretto della Duma, la camera bassa, si è pronunciato per la richiesta di indipendenza. L’abkhazo, Serghei Bagapsh, ha detto che "Abkhazia e Ossezia del sud non vivranno mai più con la Georgia nello stesso stato". Il testo sarà discusso dalla Duma alle 12 locali (10 in Italia). Appare quindi scontata la sua approvazione.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il