BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Fannulloni e false malattie anche nelle imprese private. Iniziano controlli?

Fannulloni non solo alle dipendenze statali, ma anche nelle imprese private. Il problema cresce soprattutto al Nord Est.



La caccia ai fannulloni nella pubblica amministrazione è iniziata già da tempo, ma la vera novità è che la categoria messa sotto ‘torchio’ dal ministro Brunetta imperversa anche nelle imprese private.

Il problema emerge soprattutto nelle fabbriche più grandi, dove si lavora alla catena di montaggio. I sistemi adottati sono tanti: dalla classica malattia mirata, all'allungamento a dismisura dei tempi di lavorazione, fino alle pause caffè lunghe quanto un pasto completo, digestivo incluso.

Nonostante la struttura organizzativa e di gestione dell’azienda sia aperta al dialogo con i dipendenti, la figura del fannullone emerge anche in questa realtà e molti si rifugiano anche dietro al mobbing, che è un problema vero ma troppo spesso viene usato come pretesto per nascondere la scarsa voglia di lavorare.

Della situazione problematica si parla essenzialmente al Nord-Est: i lavoratori dicono che per evitare rischi il modo migliore è quello di marcarsi stretti, isolando chi frena e scarica sugli altri. I

 sindacati assicurano che il fenomeno è a livelli fisiologici perché tutti i dipendenti hanno piena consapevolezza del proprio ruolo e delle proprie responsabilità. Bisognerebbe intervenire facendo chiarezza e trasparenza. La via d’uscita più che le rigide visite fiscali, potrebbe essere un maggiore coinvolgimento dei dipendenti nei progetti delle imprese.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il