BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Attentato a Barack Obama sventato alla convention democratica di Denver. La moglie protagonista

Sventato a Denver un attentato contro Obama. Arrestati tre neonazisti.



La polizia del Colorado ha arrestato tre neonazisti bianchi, nell'ipotesi che stessero preparando un attentato contro Barack Obama. I tre arrestati sono personaggi legati alle milizie razziste e ultranazionaliste americane.

Per loro l’accusa è di detenzione di armi e droga. Secondo la stazione locale della Cbs uno dei tre arrestati avrebbe detto ai poliziotti che "avrebbero sparato ad Obama da una postazione più alta, usando un fucile di precisione da una distanza di settecento metri".

E mentre il candidato Obama è nel mirino di attentati terroristici, la moglie, Michelle, trionfa nel comizio di apertura delle quattro giornate a Denver. Racconta la sua vita, poi arriva al capitolo Barack, del loro incontro in uno studio legale, di un gelato che li fece innamorare e di come lui sia "un uomo integro, capace di trascinare l'America e di restituire speranza", parla, dunque, della conquista del voto alle donne, riscuotendo grande successo, sottolineando come il tema femminile sia il più delicato, tanto che Michelle ha continuato ringraziando Hillary Clinton. 

Michelle, 44 anni, se il marito venisse eletto diventerebbe la First Lady più ‘nuova’ che l'America abbia mai avuto. L'opposto esatto di Cindy McCain (detta Barbie), ma anche lontana anche dalla immagine offerta per anni da Hillary Clinton.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il