BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Celentano show alla mostra di Venezia: politica, morti sul lavoro, Expo Milano, Venezia e Alitalia

Pieno di energia e in gran forma, Adriano Celentano arriva sul tappeto rosso della Mostra del Cinema di Venezia.



Pieno di energia e in gran forma, Adriano Celentano arriva sul tappeto rosso della Mostra del Cinema di Venezia e non si smentisce come comunicatore, comico e personaggio ironico. Strabilia la città lagunare, strabilia la platea e agli ospiti del Festival con uno show dal sapore dolce e amaro.

Giunto a Venezia per presentare il rifacimento di Yuppi Du, 33 anni dopo la sua uscita nelle sale italiane, il divo esterna ogni suo pensiero su ogni questione italiana: attacca Veltroni e Berlusconi, si scaglia sul progetto di parcheggio che dovrebbe occupare una zona del Pincio a Roma (lo definisce ‘una devastazione di un pezzo di storia’), critica il nuovo piano Alitalia, scernisce l’Expo di Milano prossima all’evento e impegnatissima nel prepararlo, si rammarica per il fenomeno delle morti bianche nel nostro Paese.

Esordisce dichiarando che l'amore per gli incontri ‘è sempre bello e salutare’ e poi dedica la sua pellicola di 33 anni fa a Graziano Alonso, un tecnico rimasto ucciso durante la lavorazione del film, proprio per sottolineare l'attenzione verso il tema delle morti bianche, che proprio il regista/cantante ha sdoganato con Yuppi Du. 

 Il suo viaggio a Venezia lo conclude con un elogio alla città, location del festival e di Yuppi Du: 'Sento la neccessità di acquistare un monolocale, Venezia è la più bella città del mondo, è il più grande testimone contro il continuo avanzare del brutto.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il