Crisi Mutui: Fannie Mae e Freddie Mac nazionalizzate dal Tesoro Usa. Ed è boom per le Borse

Il Tesoro Americano salva i due colossi finanziari e le borse mondiali tirano un sospiro di sollievo.



Crisi finanziaria Freddie Mac e Fannie Mae ultimo atto. Il Tesoro americano ha salvato i due colossi che controllano i tre quarti della nuova erogazione dei mutui immobiliari in America. Il ministro Henry Paulson ha annunciato un piano in base al quale il governo prende il controllo delle due agenzie in crisi.

Il piano del governo prevede un commissariamento delle due agenzie e l'acquisto da parte del Dipartimento del Tesoro delle azioni privilegiate dei due istituti.  Il nuovo piano governativo americano su Freddie e Fannie è il terzo in pochi mesi da parte dell'amministrazione Bush: in primavera la banca d'affari Bear Stearns, sull'orlo del fallimento, è stata venduta alla JP Morgan Chase in un affare sostenuto dalla Federal Reserve bank di New York. E’ seguito a luglio un altro intervento. Oggi l'ultimo atto.

L’operazione del ministero del Tesoro ha rallegrato anche tutte le Borse mondiali: Tokio ha chiuso in crescita di oltre tre punti, Sidney, Bombay e Singapore ondeggiano attorno a un guadagno di quattro punti percentuali, Taiwan in una sola seduta ha recuperato oltre il 5,5%.

Per quanto riguarda le Borse europee, a Milano l'indice Mibtel ha fatto segnare un +2,88% a quota 21.852 punti, mentre l'S&PMib guadagna il 3,26% a 28.465 punti. In crescita anche l'All Stars, che mette a segno un rimbalzo dell'1,77% a quota 12.287 punti. Brillanti tutte le aperture del Vecchio Continente, tra le quali spicca Parigi, con un rialzo del 4,07%. Londra avanza del 2,31% e Francoforte segna un +2,56%.

Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marianna Quatraro Fonte: pubblicato il