BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Meno tasse da pagare: le nazioni migliori nel mondo. E l'Italia non è la peggiore. Anzi.

Nella classifica dei Paesi che pagano più tasse, a sorpresa l'Italia non occupa una posizione di primo piano.



La crisi finanziaria di cui da mesi si parla e che attanaglia il mondo intero sembra non arrestarsi, nonostante i raggi di sole che si intravedono, ed è inevitabile guardare al mondo per rendersi conto della situazione interna dei diversi Paesi.

A sorpresa, nella classifica dei Paesi che pagano più tasse, l’Italia non è la peggiore. Questo è quanto emerge dall'indagine della Kpmg sulla tassazione dei redditi d'impresa. Tra i paesi Ocse la penisola si attesta al sesto posto. A livello globale, secondo la ricerca Kpmg, l'aliquota nominale media si attesta al 25,9%, in diminuzione di un punto percentuale rispetto al 2007.

L'Italia beneficia dell'abbassamento dell'Ires dal 33 al 27,5% a cui va aggiunta la diminuzione dell'Irap dal 4,25% al 3,9%. Con un'aliquota complessiva pari al 31,4% l'Italia migliora sensibilmente la sua posizione nel ranking mondiale lasciando la maglia nera a Belgio e Francia. Spiccano fra i Paesi in testa in cui si pagano meno tasse: Irlanda in pole position, Ungheria, Islanda e Polonia, Slovacchia, Turchia, Gran Bretagna e Germania.

 L'anno scorso, tuttavia, la Germania aveva evidenziato una grande riduzione delle aliquote con la corporate tav scesa dal 38,25% al 29,8%. Per quanto riguarda le imposte indirette, l'aliquota media a livello globale si attesta al 15,7%. L'Unione europea è l'area economica dove l'Iva é più alta con un tasso medio del 19,5% (con punte del 25% nei paesi scandinavi).

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il