BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pil in Italia negativo a -0,3% nel secondo trimestre . Prodotto interno lordo mai così male dal 2003

Nel secondo trimestre del 2008 il prodotto interno lordo (Pil) è calato dello 0,3% rispetto al precedente trimestre e dello 0,1% rispetto allo stesso trimestre dello scorso anno. Lo rileva l'Istat.



Nel secondo trimestre del 2008 il prodotto interno lordo (Pil) è calato dello 0,3% rispetto al precedente trimestre e dello 0,1% rispetto allo stesso trimestre dello scorso anno. Lo rileva l'Istat, sottolineando che la stima preliminare del Pil aveva registrato una variazione tendenziale nulla.

L'ultimo tendenziale negativo, ricorda l'istituto di statistica, era stato registrato nel terzo trimestre del 2003 (-0,1%). La Commissione europea parla di ‘stagnazione’ dell'economia italiana e taglia le previsioni di crescita per il 2008, indicando per il nostro Paese solo uno 0,1%, contro la già debole crescita dello 0,5% stimata nello scorso aprile.

Questo risultato, sottolinea la Commissione, implica che non c'è alcun impulso di crescita per il 2009. E c’è un rischio di recessione tecnica per il 2009 che potrebbe abbattersi sulla zona euro. Nel frattempo, l'inflazione sembra aver toccato il suo picco e alla fine dell'anno la crescita dei prezzi sarà ben più alta rispetto all'obiettivo del 2% fissato dalla Bce.

 Dunque, le previsioni per il futuro? Se la precedente stima di aprile parlava di una crescita dell’economia dell’1,7%, oggi la Commissione ritiene che l’economia di Eurolandia crescerà nel 2008 dell'1,3%.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il