Russia-Stati Uniti: vice-presidente Palin di Mccain pronta alla guerra. E il Venezuela minaccia Usa

America Latina contro gli Stati Uniti, Bolivia contro Venezuela: alla vigilia delle elezioni presidenziali americane, si inaspriscono i rapporti interni dell’America e con la Russia lontana



America Latina contro gli Stati Uniti, Bolivia contro Venezuela: alla vigilia delle elezioni presidenziali americane, si inaspriscono i rapporti interni dell’America e con la "lontana" Russia, paese cui la vice presidente repubblicana in corsa alla Casa Bianca, Sarah Palin, si dice pronta a dichiarare guerra( vera o solo diplomatica? ) se non concede a Ucraina e Georgia di entrare nella Nato.

Gli Stati Uniti vogliono l'estensione della Nato ad altri paesi ex sovietici e se la Russia facesse un bis dell'invasione della Georgia, la Palin è pronta anche a un conflitto armato.

Per quanto riguarda la crisi diplomatica tra Stati Uniti e i due Paesi latinoamericani, questa è scoppiata qualche giorno fa, quando il presidente boliviano Evo Morales ha dichiarato persona non grata l'ambasciatore americano a La Paz, Philip Goldberg, accusato di sostenere i governatori delle regioni autonomiste, oppositori del governo centrale.

Negli ultimi giorni si sono moltiplicati gli scontri in Bolivia tra i sostenitori del governo di La Paz e gli autonomisti di Santa Cruz e delle altre province limitrofe (Beni, Pando, Tarija e Chuquisaca), in cui sono morte otto persone.

Morales, il primo presidente indigeno della storia del suo Paese, alleato di Chavez e di Castro, ha in particolare accusato l'ambasciatore Goldberg di fornire aiuti finanziari alle forze dell'opposizione attraverso l'Usaid, l'agenzia americana per lo sviluppo.

La reazione degli Stati Uniti non si è fatta attendere e, un'ora prima del discorso di Hugo Chavez, è stata annunciata l'espulsione dell'ambasciatore boliviano a Washington, Mario Gustavo Guzman.

Stessa sorte è toccata all'ambasciatore americano a Caracas, Patrick Duddy, espulso dal Venezuela dal presidente venezuelano Hugo Chavez, con la minaccia “il Venezuela sarà aggredito, non ci sarà più petrolio per gli americani”.

Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
Autore: Marcello Tansini
Fonte:
pubblicato il