BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Accordo sindacati-nuova Alitalia: prima bozza c'è. Ma autonomi sono contrari

La questione Alitalia, che da giorni e notti, impegna i governanti di Italia, sembra essere arrivata ad un primo punto sul piano industriale raggiunto ieri notte.



La questione Alitalia, che da giorni e notti, impegna i governanti di Italia, sembra essere arrivata ad un primo punto sul piano industriale raggiunto ieri notte con il ministro Sacconi e la Cai, Cgil, Cisl, Uil e Ugl. C'è condivisione sulla proposta di accordo quadro per il salvataggio di Alitalia emersa negli incontri con il Governo e la Cai.

Tra i punti dell'accordo quadro, l'incremento a 12.500 degli assunti nella nuova Alitalia, mille in più rispetto a quelli previsti nella prima proposta della Cai. Questi 1.500 lavoratori saranno così distribuiti: 1.550 piloti, 3.300 assistenti di volo, 7.650 operai, impiegati, quadri e dirigenti. Il piano prevede una capitalizzazione iniziale di un miliardo e l'obiettivo di raggiungere il break even operativo in due anni.

L'accordo conferma poi l'impiego alla stabilità dell'azionariato per 5 anni, o al mantenimento del controllo in caso di quotazione in Borsa, comunque non prima di tre anni. E l'obiettivo di un accordo con un partner internazionale che entri con una quota di minoranza.

Ma, nonostante gli obiettivi in positivo che si intendono raggiungere, ci sarà da considerare anche l’altra faccia della medaglia. Quella in cui oltre 6.000 lavoratori a tempo indeterminato saranno da subito espulsi e circa 4.000 precari restano senza alcuna certezza sul loro futuro: l'intesa sottoscritta dalla cordata italiana e Cgil, Cisl, Uil, Ugl segna un pesantissimo ridimensionamento di Alitalia.

Cub trasporti ritiene sia ‘inaccettabile e pericolosa’ la scelta dei sindacati confederali e conferma lo sciopero di tutti i lavoratori Alitalia per il 17 settembre dalle 12 alle 16. Secondo gli autonomi, inoltre, il documento è nato da un confronto non aperto a tutte le sigle, e per questo motivo giudicato ‘inutile e provocatorio’.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il