BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Fare la spesa con sconti e prezzi più bassi risparmiando: i migliori supermercati in Italia

Scegliendo in modo oculato dove andare a fare la spese e grazie alla spietata concorrenza tra le catene della grande distribuzione, una famiglia può risparmiare fino a 2 mila euro.



La crisi economica in Italia non sembra placarsi, il carovita continua a imperversare e la concorrenza cresce. Secondo una ricerca di Altroconsumo, realizzata in 657 punti vendita di 44 città italiane, tramite il rilevamento di 122 mila prezzi, scegliendo in modo oculato dove andare a fare la spese e grazie alla spietata concorrenza tra le catene della grande distribuzione, una famiglia può  risparmiare fino a 2 mila euro per alimentari, prodotti per l'igiene e per la casa.

In base all'indagine, la catena di supermercati più conveniente per i prodotti di marca è Esselunga, mentre per quelli più economici è meglio fare la spesa da Penny. Tra le catene della grande distribuzione, se si considerano 146 prodotti di marche leader del mercato, Esselunga batte tutti, seguita a distanza da Simply Market (Sma-Auchan) e Bennet.

Ipercoop è quinta e Coop si piazza al 13mo posto. Nel caso in cui il consumatore scelga invece 114 tipologie di prodotti economici e di marca propria della catena di vendita, sul podio salgono Penny, D Più e Lidl. Altroconsumo ha compilato anche ‘lista nera’ della spesa: la farina Barilla è rincarata in un anno di oltre il 50%; gli spaghetti della stessa marca +34% rispetto a metà 2007. Riso Scotti Ora Classico +29% e penne De Cecco +20%.

Dalla ricerca risulta, inoltre, che la città meno cara in assoluto per i prodotti di marca e freschi è Pisa, con una spesa di 6.039 euro all'anno, ma quella dove si risparmia di più in termini assoluti andando a fare la spesa nel negozio più conveniente è Milano, dove in un anno è possibile risparmiare 1.973 euro.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il