BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Tassi interessi per mutui e finanziamenti crescono ancora: nuove rate mutui ricalcolate

Dopo i crac finanziari dei colossi americani che hanno abbattuto le Borse, il credito interbancario vola.



Il credito interbancario vola e arriva alle stelle. Dopo i crac finanziari dei colossi americano che hanno abbattuto le Borse europee ed asiatiche, il tasso Euribor a un mese, scadenza 365 giorni, ha raggiunto il 4,976%, un livello che non toccava dal 7 dicembre del 2000.

 L'Euribor a una settimana ha toccato i massimi da maggio 2001 registrando un progresso di quattro punti base, al 4,74%. L'Euribor a tre mesi e' salito dal 5,06% al 5,07%. Da venerdì 12 settembre, quando si è manifestata in tutta la sua portata la crisi di Lehman Brothers, l'incremento è stato di oltre 45 punti base.

Un'impennata analoga ma consumata in una sola seduta, si era verificata il 29 novembre del 2007, quando l'Euribor a un mese era passato dal 4,169% al 4,809%. E l’aumento dell’Euribor ha inevitabili effetti collaterali sulle rate dei mutui a tasso variabile.

 Per esempio, la rata di un mutuo a 20 anni da 100mila euro acceso nel settembre 2005, agganciato al tasso Euribor 1 mese più uno spread dell'1% passerebbe dai 680 euro di agosto a 701 euro di settembre.

Più contenuto l'incremento della rata per i mutui legati all'Euribor a 3 mesi: un prestito a 20 anni da 100mila euro contratto sempre nel 2005 vedrebbe la rata salire da 706 di agosto a 710 euro di settembre.

I migliori Prestiti personali senza busta paga e finanziamenti DICEMBRE 2016. In questo articolo proponiamo i migliori finanziamenti senza bisogno di presentare la busta paga e senza garanzie, ma anche prestiti personali, finanziamenti per attività e liberi professionisti con bassi tassi d'interesse.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il