BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Risparmiare sulle spese dalla casa: il co-housing arriva anche in Italia

Non solo Stati Uniti, Olanda, Svezia e Danimarca: da qualche tempo il co-housing è arrivato anche nel nostro Paese.



Non solo Stati Uniti, Olanda, Svezia e Danimarca: da qualche tempo il co-housing è arrivato anche nel nostro Paese, dove l’età media di vita sembra essersi decisamente allungata.

Innanzitutto partiamo col definire cosa sia un co-housing: questo termine viene utilizzato per definire degli insediamenti abitativi composti da abitazioni private corredate da ampi spazi (coperti e scoperti) destinati all'uso comune ed alla condivisione tra i cohousers. Tra i servizi di uso comune vi possono essere ampie cucine, spazi per gli ospiti, laboratori per il fai da te, spazi gioco per i bambini, palestra, piscina, internet-cafè, biblioteca ed altro. Oggi si propone come strategia di sviluppo sostenibile in grado di dare benefici sul piano sociale ed ecologico.

Una delle prime strutture in Italia nascerà a Cossato (provincia di Biella) nei locali di Villa Cridis e dagli antichi annessi agricoli per un totale di 42 appartamenti, 800 mq di spazi comuni (nella villa principale) e 3000 mq di parco in un contesto naturale boschivo e agricolo preservato.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il