Finanziamenti imprese a fondo perduto in Italia: con taglio legge 488 aziende a rischio

Centinaia di imprese del Mezzoggiorno a rischio per il blocco dei fondi previsto dalla Finanziaria 2008.



Centinaia di imprese del Mezzogiorno, beneficiarie delle agevolazioni della legge 488/92, sono a rischio per il blocco dei fondi previsto dalla Finanziaria 2008, che ha ridotto i termini da 7 a 3 anni.

A lanciare l'allarme sono state 78 imprese calabresi, oggi a rischio fallimenti a causa della prescrizione anticipata delle agevolazioni previste dalla ex Legge 488/92. I tagli, nascono dalle restrizioni applicate nella legge Finanziaria in corso, che chiudono i cordoni su milioni di euro di contributi a fondo perduto.

Con l’introduzione della nuova Manovra, il Governo ha applicato un giro di vite sulla cosiddetta ‘perenzione amministrativa’ necessaria a ottenere i fondi: il periodo di conservazione dei residui delle spese in conto capitale è scalato da 7 a 3 anni.

Di conseguenza, le erogazioni delle agevolazioni stanziate in bilancio entro il 31 dicembre 2004 ed anni precedenti, concesse ai progetti non confinanziati che avevano diritto ai contributi a fondo perduto, sono state sospese.

La crisi che scaturirebbe da questa nuova determinazione andrebbe a colpire soprattutto il Mezzogiorno, dove, basti pensare che solo in Calabria sono state colpite ben 78 progetti imprenditoriali che beneficiavano della legge 488.

Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marianna Quatraro Fonte: pubblicato il